L'economia circolare di Jannelli&Volpi e Polygreen

Collaborazione:

Polygreen

Post precedente Post successivo

L'economia circolare di Jannelli&Volpi e Polygreen: dagli scarti della carta da parati nasce il materiale GREENWALL

Jannelli&Volpi collabora con l’azienda italiana Polygreen procedendo verso un modello di economia del riciclo: nasce GreenWall, materiale ottenuto dagli scarti di lavorazione della carta da parati vinilica per realizzare superfici di erba sintetica per lo sport. 

Jannelli&Volpi ha deciso di guidare il cambiamento e promuovere una rivoluzione culturale, prima ancora che tecnologica, capace di creare valore per le persone e per l’azienda. 

Lo stabilimento Sirpi del gruppo Jannelli&Volpi è diventato parte attiva della filiera che consente, attraverso un processo strutturato e brevettato di riciclo dei rifiuti, di creare per il mondo dei rivestimenti murali e carte da parati un sistema di Economia Circolare. 

Il sistema, in linea con le nuove direttive dell’Unione Europea, da recepire entro Luglio 2020, prevede l’impegno sociale ad aumentare il riciclo dei rifiuti e invita le aziende a gestire gli scarti di prodotto in modo più responsabile. Questo passo si inserisce, quindi, nel processo per una modalità di lavoro e produzione nel rispetto dell’ambiente, già iniziato dall’azienda nel 2014 con l’apertura dello stabilimento di Tribiano, nel cuore del Parco Agricolo Sud di Milano. 

Dalla collaborazione tra Jannelli&Volpi e Polygreen - prima azienda italiana dedicata esclusivamente alla produzione e alla commercializzazione di granuli termoplastici organici di sintesi - nasce GreenWall, materiale ottenuto dagli scarti di lavorazione della carta da parati vinilica che, grazie all’aggiunta di particelle di origine vegetale, come ad esempio la fibra di cellulosa, viene utilizzato per dar vita a superfici in erba sintetica destinate prevalentemente al modo dello sport. 

Una tecnologia totalmente Made in Italy basata su un procedimento brevettato in grado di fornire un prodotto ad elevate prestazioni sportive e a basso impatto ambientale, con altissima resistenza ai raggi UV e all’usura e un minor consumo di acqua per l’irrigazione. 

Il granulo termoplastico, disponibile nei colori bianco, verde smeraldo e marrone siena, su cui si inserisce l’erba sintetica è chiamato Ecotherm

Le superfici sono omologate dalla F.I.F.A. e dalla F.I.G.C. secondo il regolamento di attuazione della Lega Nazionale Dilettanti. 

La forza e il valore distintivo di questo progetto non si ferma al processo di recupero e trasformazione degli scarti di carta da parati vinilica, ma anche nell’innovazione senza precedenti, che consente di riciclare al 100% i granuli termoplastici organici a fine vita della superficie di erba sintetica, assicurando una seconda vita al prodotto ed eliminando totalmente i costi di discarica. 

Jannelli&Volpi coglie quindi questa opportunità che intende rivoluzionare ancora il mondo dei rivestimenti murali procedendo verso un modello di economia del riciclo e del recupero tutto italiano.